Biodiesel

Una speciale attenzione all’ambiente è una delle valutazioni centrali di Volvo Penta; sviluppiamo costantemente la nostra produzione per ridurre le emissioni. Volvo Penta ha una visione positiva nei riguardi dei carburanti rinnovabili (“biofuels”) che possono aiutare a ridurre l’impatto dei motori diesel sull’ambiente in futuro.

 

Inoltre l’uso di carburanti rinnovabili nel futuro potrebbe condurre ad una situazione dove la produzione di carburante è più sostenibile di quella di oggi. Uno dei più recenti carburanti rinnovabili introdotti è l’RME (biodiesel), che è prodotto da olio di rapa e metanolo. Oggi il biodiesel è la più comune alternativa al diesel. In accordo con le normative Europee EN590 standard per i carburanti diesel, è’ attualmente permesso mischiare fino al 5% di biodiesel con diesel normale.

Seguendo le normative vigenti, il biodiesel potrebbe già essere presente nel carburante diesel usato nel settore marino.

 

Volvo Penta raccomanda I suoi client di usare sui motori diesel  solamente carburante diesel conforme alle normative EU standard EN590.

I motori diesel Volvo Penta possono usare carburante diesel con un ampia miscela di biodiesel, anche maggiore del 5%, in altre parole una proporzione più alta ripetto a quella proposta dagli standard EU EN590. Se si usa questo tipo di carburante, il livello di emissioni del motore potrebbe crescere solo leggermente. Il motore necessiterà anche di una manutenzione più frequente per evitare l’usura e non abbreviare la vita del motore stesso.

La garanzia Volvo Penta non copre danni causati da carburante mischiato per grosse quantità al biodiesel.

Volvo Penta fa le seguenti raccomandazioni ai clienti che desiderano usare il carburante con un contenuto alto di biodiesel, maggiore di quella consigliata dalla normativa EU standard EN590.

 

  • Il biodiesel deve essere di buona qualità, il che significa che deve rispettare le normative carburante EU standard EN14214;

 

  • Il biodiesel è un solvente efficiente che al primo utilizzo può dissolvere costituenti nel sistema di carburazione. Il filtro carburante potrebbe quindi cambiare dopo un breve periodo in cui si utilizza. 

 

  • Il biodiesel non è un carburante con una stabilità a lungo termine, può ossidare nel sistema di carburazione. L’intero sistema di carburazione deve essere svuotato e operare come un diesel normale prima di qualsiasi periodo in cui non si muoverà, come durante la conservazione invernale.

 

  • Il biodiesel ha un effetto negative su diverse plastiche e material di gomma. Tubi flessibili in gomma e componenti in plastica nel sistema di carburazione devono essere controllati regolarmente e cambiati ad intervalli frequenti  rispetto all’abituale, per evitare perdite di liquidi.

 

  • Il biodiesel indebolisce la capacità dell’olio di lubrificare per effetto dell’aumento di temperatura del punto di ebollizione. L’intervallo per cambiare olio del lubrificante e filtro dell’olio deve essere dimezzata rispetto al normale.