/SiteCollectionImages/VPC/History/566x228/2001.jpg

2001 –VOR e motori da irrigazione

Esami rigorosi per motori in Volvo Ocean Race

Nel 2001 ogni imbarcazione Volvo Ocean race ha due motori Volvo Penta a bordo: il motore a propulsione che puo’ essere usato in situazione di emergenza durante la gara e un motore ausiliario per l’uso a bordo di elettricità, acqua e per dare potenza alle pompe d’acqua delle zavorre.

I motori ausiliari – progettati MD2030 – sono tipi di motori diesel normalmente usati per propulsione in imbarcazioni leisure regolari. Durante il Volvo Ocean race, comunque il motore ausiliario adempie una funzione completamente differente. L’MD2030 opera per molte ore in condizioni di estrema difficoltà, inclusi fino a 70 gradi di sbandamento , per produrre elettricità e acqua per l’imbarcazione.

Per ovvie ragioni, il motore a propulsione, progettato MD22P, non è molto usato. Prima di ogni partenza, il motore è sigillato in modo da non poter essere usato per la spinta fino a che la barca non ha sorpassato la linea d’arrivo, ad eccezione per le situazioni in emergenza.

Durante l’intera gara, la giuria ha accesso a molti servizi di Volvo Penta, più di 5 milioni di rivenditori nel mondo.


Nuovi motori per irrigazione e più ordini

Volvo penta per lungo tempo è stata uno dei fornitori principali di motori diesel per diversi tipi di sistemi di irrigazione. Questi motori agevolano le aree agricole in aree dove d’altra parte sarebbe impossibile farlo. Al ”Saudi Agricultural Show a Riyadh, Arabia Saudita, nel 2001 la compagnia mostra alcuni motori nuovi: un 12litri controllato elettronicamente con non meno di 500hp oltre ai 5 litri e 7 litri motori diesel.  

I nuovi motori rafforzano ulteriormente la posizione nel mercato di Volvo Penta. Nel 2001 la compagnia si assicura un ordine dall’Arabia Saudita per non meno di 1,700 motori industriali. L’ordine ammontava intorno ai 28 milioni di euro.